4cg17 Centenario Gruppi Caccia iper://Homepage.aeh|0
iper://Portfolio_military.aeh|0
iper://typhoon_homepage.aeh|0
iper://Vintage_reports.aeh|0
iper://Contributors.aeh|0
iper://Publishes_works.aeh|0
iper://Civil_portfolio.aeh|0
 
Centenario Gruppi Caccia
Sabato 24 giugno presso il 4° Stormo di Grosseto (aeroporto Corrado Baccarini), si è svolto il raduno per i cent’anni di costituzione dei gruppi caccia che ora sono in servizio presso l’Aeronautica Militare. 
 
 
 
******Testo in revisione****** 
 
 
 
  
Ritornando al centenario, la commemorazione di quest’avvenimento è stata organizzata dallo Stato Maggiore Aeronautica e si è concretizzato con una serie di eventi, tra cui il raduno di sabato 24 e la manifestazione aerea sul litorale di Marina di Grosseto domenica 25 giugno. 
Il raduno di Grosseto ha visto la partecipazione di circa 1.500 radunisti appartenenti ai cinque Gruppi, e ad una buona presenza di addetti stampa e fotografi accreditati per l’occasione. 
La cerimonia è stata presieduta dal Capo di Stato Maggiore AM Generale di Squadra Aerea Enzo Vecciarelli, accompagnato dal Generale di Squadra Aerea Franco Girardi, comandante della Squadra Aerea, quest’ultimo è l’ente gerarchico superiore cui sono sottoposti gli Stormi e di conseguenza i Gruppi Caccia.   
Dopo i riti consueti della rassegna al personale schierato, dell’alza bandiera, dell’inno nazionale, della commemorazione ai caduti e di un breve discorso, il Generale Vecciarelli ha svelato il simbolo del centenario, rappresentato da una stella di tipo a pentagramma, dove in ogni punta (braccio) è inciso lo stemma di ogni Gruppo con la propria data di costituzione. 
la stella è il simbolo che fu scelto il 5 maggio del 1948 dal primo governo italiano del dopoguerra per rappresentare in ogni atto dello stato il simbolo della nascente Repubblica, l’emblema della Repubblica italiana è caratterizzato infatti da tre elementi, la stella, la ruota dentata, i rami d’ulivo e di quercia, la stella è uno dei simboli più antichi del nostro patrimonio iconografico ed è stata da sempre associata alla personificazione dell’Italia sul cui capo essa splende raggiante, così fu rappresentata nell’iconografia del risorgimento e così comparve fino al 1890 nel grande stemma del regno unitario, la ruota dentata d’acciaio è simbolo dell’attività lavorativa e traduce il 1° articolo della carta costituzionale, l’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro, il ramo di ulivo simboleggia la pace mentre quello di quercia incarna la forza e la dignità del popolo italiano, l’opera odierna vuole quindi significare la difesa costante dello spazio aereo assicurato da sempre e in maniera unitaria dai gruppi caccia dell’Aeronautica Militare” (fonte WEB TV AM). 
Terminato l’evento, ogni “braccio” della stella sarà custodito presso le rispettive sedi dei singoli reparti.   
Il raduno, senza nulla togliere alle persone intervenute e ai militari in servizio presenti, ha avuto come ospite d’eccellenza il discusso caccia di 5^ generazione Joint Strike Fighter F 35A, appartenente al XIII Gruppo del 32° Stormo con base ad Amendola (Foggia), è stata la prima volta in assoluto che è stato presentato a un evento aperto non solo agli “addetti ai lavori”; in verità a Grosseto erano presenti tutti e tre i velivoli attualmente operativi presso il 32° (altri quattro sono stanziati negli Stati uniti), uno era quello presente in mostra statica, contraddistinto da stemmi “fuori ordinanza” e dal tricolore sulle derive. Gli altri due esemplari erano uno di backup (sempre con stemma e tricolore) e uno volante per i vari sorvoli fatti dal pattuglione di cinque velivoli (uno per Gruppo) compiuti sia il sabato sul cielo campo di Grosseto che la domenica per la manifestazione di Marina. 
Tralasciando anche l’ospite d’eccellenza, le vere stelle del raduno sono stati i quattro Eurofighter F 2000A Typhoon, uno per ogni Gruppo di Volo, dipinti con delle eleganti colorazioni in onore alle loro tradizioni centenarie. 
A testimonianza della particolarità di questi “special colours”, sempre meno frequente in AM, dedicherò un report a parte con fotografie particolari e testi a ricordo degli aspetti storici di ogni Gruppo.
Centenario Gruppi Caccia image 1
Centenario Gruppi Caccia image 2
Centenario Gruppi Caccia image 3
Centenario Gruppi Caccia image 4
Centenario Gruppi Caccia image 5
Centenario Gruppi Caccia image 6
Centenario Gruppi Caccia image 7
Centenario Gruppi Caccia image 8
Centenario Gruppi Caccia image 9
Centenario Gruppi Caccia image 10
Centenario Typhoon Special Colours
Centenario Gruppi Caccia image 11
Centenario Gruppi Caccia image 12
Centenario Gruppi Caccia image 13
Centenario Gruppi Caccia image 14
Centenario Gruppi Caccia image 15
Centenario Gruppi Caccia image 16
Centenario Gruppi Caccia image 17
Centenario Gruppi Caccia image 18
Gli autori desiderano ringraziare il Col. Floreani e il Cap. Testa (Ufficio Pubblica Informazione SMA), il Col. Lant e il Cap. Ragona (4° Stormo) per la preziosa collaborazione. 
Foto di Giorgio Ciarini, Umberto Maselli e Renzo Sacchetti 
Testo di Giorgio Ciarini 
Giugno 2017 
iper://Portfolio_military.aeh|0
English text 
work in progress