SIAI 208M - U 208M 
 
A metà degli anni '60 la SIAI-Marchetti, sviluppò dal proprio aereo leggero quadriposto Siai S 205, un aereo a cinque posti, sostanzialmente analogo ma con una motorizzazione di maggiore potenza. Il prototipo di questo nuovo aereo, denominato S 208, volò per la prima volta il 22 maggio del 1967. Monoplano, monomotore ad ala bassa, di costruzione interamente metallica fu prodotto in serie dalla primavera del 1968 e nei primi cinque anni ne furono costruiti circa ottanta, dei quali oltre la metà, destinati all'Aeronautica Militare (S 208M) che lo impiegò per il collegamento e l'addestramento. Altri compiti assegnati a livello civile a questo velivolo leggero furono, marginalmente, quello sanitario, quello di trasporto merci e infine quello agricolo nella versione S 208AG. La versione destinata alla Forza Armata, differiva dalla versione civile per la strumentazione di bordo modificata, due porte per il posto di pilotaggio, la possibilità di montare il gancio per il traino alianti e la mancanza dei serbatoi alle estremità alari e l’utilizzo di un carrello retrattile; dal 1968 l’Aeronautica Militare ha ricevuto 41 S 208 e 4 S 205M, questi ultimi sono stati in seguito portati allo standard del 208, i 205 si differenziano dal 208 solo per la mancanza del finestrino triangolare dietro ai trasparenti principali. Dal 2004 lo Stato Maggiore AM ha deciso di ridurre gradualmente la flotta portandola a un totale di 20 esemplari. 
I venti U 208M rimasti, questa è la sigla assegnata al velivolo dal 2006, sono tutti in carico contabile al 60° Stormo di Guidonia — Montecelio, mentre un esemplare è in carico operativo alla Squadriglia Collegamenti di Linate per effettuare servizi di Collegamento a favore del Comando delle Forze da Combattimento (CFC) di Milano. 
Nel recente passato l’U 208M è stato aggiornato in particolar modo nelle dotazioni avioniche con l’istallazione dell’IFF (Identification Friend or Foe), del ricevitore per la radionavigazione tramite VOR e nuove radio. 
 
Caratteristiche Tecniche  
Apertura Alare 10,86 mt 
Lunghezza 8,10 mt 
Altezza 2,89 mt 
Peso massimo al decollo 1.500 kg 
Velocità massima 285 km/h 
Tangenza massima 5.400 mt 
Autonomia 1.200 km 
Impianto propulsivo un motore a pistoni Avco Lycoming 0-540-E4A5 da 260 HP con elica bipala metallica
60° Stormo image 32
60° Stormo image 33
60° Stormo image 34
60° Stormo image 35
60° Stormo image 36
60° Stormo image 37
60° Stormo image 38
60° Stormo image 39
60° Stormo image 40
60° Stormo image 41
60° Stormo image 42
60° Stormo image 43
Grob G 103 Twin Astir - UG 103 
 
Il Grob G103 Twin Astir II è un aliante prodotto dall’azienda tedesca Grob Aircraft costruito e commercializzato alla fine degli anni 70, il G 103 è uno sviluppo del predecessore monoposto G 102 Astir. 
Il Twin Astir è un aliante biposto realizzato in fibra di vetro ad ala media e impennaggio a T. 
La fusoliera presenta una cabina di pilotaggio chiusa da un tettuccio sdoppiato apribile lateralmente, dotata di due posti in tandem equipaggiati di doppi comandi situata in posizione avanzata, sul Twin Astir il pannello degli strumenti è installato su entrambe le posizioni. 
L’ala montata ad altezza media rispetto alla fusoliera è rettilinea e a pianta triangolare raccordata in prossimità delle estremità alari e con bordo d’attacco ad angolo retto rispetto alla fusoliera. Il carrello d’atterraggio è monotraccia ed è fisso, il ruotino posteriore è fisso anch’esso, per movimentare l’aliante è necessario montare un ruotino aggiuntivo sterzante che tramite una fascia si colloca prima della trave di coda. 
 
Caratteristiche tecniche 
Apertura alare 17,5 mt 
Lunghezza 8,18 mt 
Altezza 1,30 mt 
Peso massimo al decollo 650 kg 
Velocità massima 135 kts
60° Stormo image 44
60° Stormo image 45
60° Stormo image 46
60° Stormo image 51
60° Stormo image 48
60° Stormo image 49
Lak 17A - UG 17A 
 
Il Lak 17A è un aliante monoposto ad alte prestazioni per competizioni volovelistiche (non acrobatico) classe “15/18 metri”. L’aliante è stato progettato per soddisfare i requisiti della categoria JAR-22; costruito in materiali compositi ha l’impennaggio a T, dotato di flap, aerofreni e un carrello monoruota retrattile. Il LAK 17 è equipaggiato con serbatoi nelle ali e nelle pinne contenenti acqua di zavorra. Esiste una versione con ala migliorata denominata LAK 17B.  
 
Caratteristiche tecniche 
Apertura alare 15/18 mt 
Lunghezza 6,53 mt 
Altezza 1,29 mt 
Peso massimo 500 kg 
Carico alare 51 kg/mq 
Velocità massima 148 kts 
Fattore di carico +5,3/ — 2,65 g
60° Stormo image 50
60° Stormo image 51
60° Stormo image 46
60° Stormo image 53
Nimbus 4D/DM - G4D/DM 
 
Aliante biposto ad alte prestazioni per competizioni volovelistiche classe “libera”, non acrobatico. 
Lo Schempp-Hirth Nimbus 4 appartiene a una famiglia di alianti ad alte prestazioni della classe “FAI Open Class Gliders”, il Nimbus 4D deriva dai precedenti modelli Nimbus 2 e 3 e ha volato per la prima volta nel 1990. Il Nimbus 4D è costruito sia nella versione “single seat” (monoposto) che “two seat” (biposto). 
Esiste anche la versione motorizzata 4DM (motor glider) che grazie a un propulsore Bombardier Rotax 535C da 44 kw raffreddato ad acqua può decollare e portarsi in quota autonomamente, il motore è alloggiato in una baia all’interno della fusoliera superiore appena dietro all’ala, l’estensione dell’elica bipala collegata al motore avviene grazie ad un sistema elettrico.  
L’aliante è caratterizzato da un impennaggio a T, da un carrello monociclo retrattile, ed è costruito utilizzando materiali in compositi, fibra di carbonio, resina epossidica e kevlar (fusoliera del cockpit). 
   
Caratteristiche tecniche 
Apertura alare 26,5 mt 
Lunghezza 8,62 mt 
Altezza 1,00 mt 
Peso massimo 820 kg 
Carico alare 37,5 kg/mq 
Velocità massima 285 km/h 
Fattore di carico +5/ - 2,65 g