iper://Homepage.aeh|0
iper://Portfolio_military.aeh|0
iper://typhoon_homepage.aeh|0
iper://Vintage_reports.aeh|0
iper://Contributors.aeh|0
iper://Publishes_works.aeh|0
iper://Civil_portfolio.aeh|0
 
Base Aérienne Istre-Le Tube
Lo scorso 20 maggio sulla Base Aerea BA 125 Charles Monier dell’Armée de l’Air di Istres-Le Tube si è svolto uno dei più importanti Air Show di livello internazionale che costella la stagione aeronautica nel paese transalpino. Organizzato dalla Forza Aerea Francese, la Base Aerea posta nelle vicinanze di Marsiglia è una delle più interessanti che si possa visitare, questo perché qui è basato il CEV (Centre d’Essais en Vol) il corrispondente del nostro reparto sperimentale volo dell’AM (Aeronautica Militare), la dotazione del reparto è composto da una variegata tipologia di velivoli, soprattutto sperimentali, e come abbiamo potuto vedere nel corso degli anni (la manifestazione si svolge con cadenza biennale, ma è dal 1996 che la base non la ospita) a rotazione vengono esposti alcuni di questi velivoli che difficilmente si possono trovare in altri Air Show. 
La base è anche sede di un gruppo di volo di Bombardieri Nucleari dotato di Mirage 2000N, l’EC 03.004 “Limousin”, e non meno importante, l’unico gruppo dotato di aviocisterne C/KC 135F ERV00.093 “Bretagne”; attualmente è presente una discreta quantità di tanker dello stesso tipo, ma di appartenenza dell’USAF, operanti nel settore dei Balcani da diversi anni. Infatti proprio gli avvenimenti nei Balcani sono stati uno dei motivi nel 1999 per i quali la base non ha accolto l’evento, mentre nel 1998 la causa fu il rifacimento della pista. 
La base ha dovuto aprire i cancelli alle nove del mattino con un’ora di anticipo rispetto al programma a causa della ressa creatasi agli ingressi, le stime ufficiali delle presenze parlano di 15.000 persone accorse ad assistere all’evento, e che hanno contribuito con il pagamento del biglietto d’ingresso di 25 Frf. a persona, contributo che serve ad aiutare l’associazione dei combattenti in pensione. Infatti l’intero profitto ricavato da questo meeting come la maggioranza di quelli svolti in Francia è interamente devoluto alla FOSA (Fondation des Oeuvres Sociales de l’Armée de l’Air). 
La giornata di Domenica è iniziata per i visitatori con la visita alla mostra statica, per poi passare alla parte decisamente più interessante delle dimostrazioni aeree, iniziate alle ore 14 le esibizioni, a causa dell’orario previsto dal programma di volo, si sono svolte in perfetta controluce rispetto al pubblico rendendo le riprese fotografiche difficoltose e non certamente all’altezza delle esibizioni dei vari Mirage F 1, Mirage 2000C, Jaguar, Alpha Jet, Rafale, Atlantic NG, C 135F con Mirage 2000N a rappresentanza delle forze armate francesi, mentre per alcuni paesi europei si sono esibiti la Danimarca con F 16, la Royal AF con Tornado ADV, la Germania con Tornado IDS, il Belgio con F 16 e un bellissimo Alpha Jet special colours; le pattuglie acrobatiche oltre ai già citati padroni di casa sono state i polacchi con i TS 11 e la Patrulla Aguila spagnola con i Casa C 101, per la componente storica erano presenti un Hunter un Corsair I ed un Vampire; sempre spettacolari i lanci antincendio effettuati con un Canadair CL 415 e un Turbo Tracker entrambi della Securité Civile di Marignane (Marsiglia) tutto il programma si è concluso infine con le sempre spettacolari evoluzioni della Patruille de France intorno alle ore 18. 
La mostra statica è stata allestita su di un raccordo parallelo all’asse pista ed era certamente molto più nutrita rispetto alle ultime edizioni, considerando anche che una parte di velivoli esposti e tenuti a debita distanza dalle transenne erano quelli che nel pomeriggio si sarebbero esibiti. Per quelli in semplice visione statica erano presenti B 1B, C 17A e F 15E dell’USAF, AN 26 polacco, CN 235 spagnolo, Rafale (prototipo n°2), PC 7, Falcon 20 e Mirage IIIB tutti dei padroni di casa del CEV; un rarissimo Super Puma dotato del Radar Horizon dell’Esercito, un Puma e un Gazelle sempre dell’Armée de Terre, C 135F, Mirage 2000D, Mirage 2000N, Mirage IVP, Mirage 2000C, Alpha Jet, Epsilon, Tucano e Fennec tutti dell’Armée de l’Air; un Lynx e un Atlantic NG della Marine Nationale, un F 16B olandese, uno scintillante Mig 21UB con solo il codice francese (in carico al CEV) e un Noratlas della 62^ Escadre con la prima colorazione adottata e perfettamente volante appartenenti ad un’associazione storica privata.  
Ovviamente il “contorno” della manifestazione è stato sempre il più fornito e tipico di queste giornate in Francia, infatti qui la gente coglie così l’occasione di trascorrere una piacevole gita in famiglia! Numerosi gli stand di ristorazione rapida a disposizione del pubblico tutto il giorno; un’area ludica ha interessato particolarmente i più piccoli, numerosi anche i parcheggi forniti da un servizio navetta che li collegava alle zone operative, e non potevano infine mancare i classici Battesimi dell’Aria.
Foto e testo di Giorgio Ciarini & Manuela Michelon 
Luglio 2001 
Pubblicato su JP 4 Settembre 2001 
iper://Portfolio_military.aeh|0
English translation 
work in progress  
Images and text by Giorgio Ciarini & Manuela Michelon 
July 2001 
Published on JP 4 September 2001