iper://Homepage.aeh|0
iper://Portfolio_military.aeh|0
iper://typhoon_homepage.aeh|0
iper://Vintage_reports.aeh|0
iper://Contributors.aeh|0
iper://Publishes_works.aeh|0
iper://Civil_portfolio.aeh|0
 
CIAV 2018
Anche quest'anno l'Aeroclub di Varazdin, 80 Km a nord di Zagabria, ha organizzato il tradizionale Air Show che ha visto la partecipazione di aerei civili e militari croati e stranieri. 
Fra gli aerei storici, si faceva ammirare lo Yak11 D-FJII, recuperato in Egitto negli anni ottanta, che ha fatto sentire il rombo dello Shvetson da 580 CV, il Beechcraft C 45 con tanto di Nose Art, ed un classico Soko G 2A Galeb che ha ricreato l'atmosfera della Yugoslavia con una impeccabile esibizione molto applaudita. 
Fra gli aerei privati ha brillato l'esibizione dell'Extra 300 Twister del pilota acrobatico croato Branimir Ambrekovic. 
L'Helicopterska Jedinica della Polizia ha mostrato l'EC135 e l'AB 212 in una operazione antiterrorismo molto dinamica. 
La ditta CSG che assiste e prepara gli operatori di Black Hawk, ha suggerito l'S 70 per sostituire le macchine sovietiche ancora in linea nei paesi dell’ex Patto di Varsavia. 
Il Black Hawk esposto solo in statica mostrava le insegne dell'aeronautica militare della Slovacchia, il più recente acquirente dell'elicottero statunitense. 
I Fast Jets di varie forze aeree hanno partecipato allo show con passaggi o programmi acrobatici, senza atterrare sulla pista che è di oltre 2.000 metri ma manca dei requisiti di sicurezza; ammirati sono stati il Typhoon della Royal Air Force, il Gripen dell'aviazione ungherese, l'F18 spagnolo, il Saab 105OE austriaco. 
L'aeronautica polacca ha partecipato con due PZL “Orlik” della 42.BLSz, mentre la Slovenia ha mandato un Pc 9M dalla vicina Cerklje. 
La forza aerea di casa, Hrvhatske Zracne Snage era molto attesa; un Mig 21UMD della 91.ZB ha presentato un programma acrobatico fra i migliori che il caccia ormai obsoleto può offrire, mentre due monoposto Mig 21D (D sta per modificato) hanno fatto un passaggio veloce al rientro a Pleso dopo uno scramble addestrativo. 
Un AT 802F nella insolita versione biposto ha dimostrato le sue capacità antincendio. 
La Pattuglia Acrobatica croata “Wings of Storm” si è esibita a Varazdin al comando dell'L.tn Darko Belancic, è stato possibile apprezzare la grande stabilità della formazione dei Pilatus Pc 9M. 
Ma la novità di CIAV 2018 è stata la presentazione dei Bell OH 58D Kiowa di recente acquisiti presso la 93.ZB nel ruolo di aerocooperazione con elicotteri da trasporto. In questo caso un Mil Mi 8MTV ha sbarcato truppe speciali sotto la protezione delle 12,7 mmm e dei lanciarazzi LAU68 di due Kiowa. 
L'acquisizione delle nuove macchine provenienti dall’United States Army avvenuta nel 2016 è stata facilitata dalla presenza in linea nella HZS di alcuni AB 206B, che dal punto di vista del pilotaggio sono molto simili. Un contratto per dotare i Kiowa di AGM-114 “Hellfire” è già stato firmato. L’OH 58D, oltre ad essere il velivolo più fotografato dagli spotter, ha incuriosito moltissimo il folto pubblico per la presenza di una grossa “sfera” posta sopra il rotore dell’elicottero, la sfera è un apparato ottico di rilevamento denominato Mast-Mounted Sight (MMS).
Foto e testo di Elio Viroli e Stenio Bacciocchi 
Prodotto da Giorgio Ciarini 
Luglio 2018 
iper://Contributors.aeh|0
English translation 
work in progress