Ricostituzione 23° Gruppo Aeronautica Militare iper://Homepage.aeh|0
iper://Portfolio_military.aeh|0
iper://typhoon_homepage.aeh|0
iper://Vintage_reports.aeh|0
iper://Contributors.aeh|0
iper://Publishes_works.aeh|0
iper://Civil_portfolio.aeh|0
 
23° Gruppo
Il 23° Gruppo di nuovo in volo!  
A 100 anni esatti dalla sua costituzione, il 23° Gruppo dell’Aeronautica Militare ha celebrato lo scorso 5 settembre, con cerimonia ufficiale il 30 ottobre, la sua ricostituzione alle dipendenze del 15° Stormo “Stefano Cagna”, basato a Cervia-Pisignano.  
Il 23° Gruppo (motto: “Come Veltri Ch’Uscisser Di Catena”) prenderà in carico gli HH101A CAESAR, elicotteri  medi multiruolo a tre turbine da 15 tonnellate in dotazione al 15° Stormo dal 2015, che verranno impiegati per missioni di supporto aereo alle operazioni speciali, per l'intercettazione di aeromobili lenti e per il recupero di persone, civili e militari, in aree di crisi, affiancandosi agli HH 139A dell’83° Gruppo SAR (motto: “A I Vag Me”).  
Una cerimonia solenne, ma snella e caratterizzata da grande emozione ed entusiasmo ha sancito la riattivazione del Gruppo, nato l’8 luglio 1918 a Treviso e che operò ininterrottamente fino all’armistizio del ’43 su tutti i teatri bellici, per poi venire nuovamente ricostituito nel 1957 su F 86K a Pisa-San Giusto, dove restò fino al ’64 per trasferirsi a Rimini e poi definitivamente a Cervia-Pisignano nel 1995, prima con gli F 104S/ASA-M  e poi dal 2004 e fino al suo secondo scioglimento nel 2010 con gli F16 ADF del programma “Peace Caesar”.  
Alla presenza del nuovo Comandante del 15° Stormo, Col. Diego Sismondini, il personale militare e civile dello Stormo ha assistito alla cerimonia di passaggio del testimone simbolico fra il Col. Mauro Gnutti, ultimo Comandante dei Veltri nel 2010, e il Ten. Col. Cristian Di Matteo, nuovo Comandante del Gruppo Volo, rappresentato dello storico  gagliardetto col Veltro che incrocia il Sidewinder.  
Le allocuzioni dei Comandanti hanno riconosciuto ed elogiato le qualità e la professionalità del personale, auspicandone il rinnovato impegno per assicurare il mantenimento degli elevati standard operativi storicamente erogati dal Reparto. In questa occasione il motto del Gruppo ha ben rappresentato l’entusiasmo con cui il personale ha vissuto la riattivazione, dopo otto anni di inattività, di questa storica unità, inquadrata oggi nel più consistente reparto dell’AM, che con quest’ultimo inserimento ha raggiunto i sette Gruppi Volo distribuiti sul territorio nazionale. Lo stesso entusiasmo è trasparso in modo evidente dalle espressioni sorridenti degli Ufficiali e Sottufficiali durante le foto di rito (formali e meno formali!) al termine della cerimonia, e dal clima di cameratesca informalità che ha caratterizzato il gradito rinfresco allestito per l’occasione all’interno di uno shelter. La successiva visita all’hangar del GEA (Gruppo Efficienza Aeromobili) ha consentito a tutti i presenti di prendere confidenza con i grossi HH 101A Caesar in varie fasi di manutenzione, per l’occasione accessibili senza restrizioni, e di soddisfare (quasi) tutte le curiosità sui velivoli grazie alla disponibilità degli Specialisti presenti.
Ricostituzione 23° Gruppo Aeronautica Militare image 1
Ricostituzione 23° Gruppo Aeronautica Militare image 2
Ricostituzione 23° Gruppo Aeronautica Militare image 3
L'autore desidera ringraziare il Col. Sismondini, il Ten. Col. Di Matteo, il Cap. Agostinelli , il Cap. Sorgente e il Ten. Brusasco. 
Testo e foto di Fabio Castelvetri 
Prodotto da Giorgio Ciarini 
Ottobre 2018 
iper://Contributors.aeh|0
The 23rd Gruppo flies again!  
Exactly 100 years after its initial activation, Aeronautica Militare's 23rd Gruppo celebrated last September 5, with an official ceremony on October 30, its reactivation within 15th Stormo “Stefano Cagna”, based in Cervia-Pisignano.  
The 23rd Gruppo (motto: “Come Veltri Ch’Uscisser Di Catena” - "Like Greyhounds Escaping Their Chains") will fly the HH 101A CAESAR, a three-engined multirole medium helicopter in the 15-ton class assigned to the 15th Stormo since 2015, in special operation support missions, for slow-moving aircraft interception and for Combat SAR/Personnel Recovery missions, supplementing the ’83rd Group's CSAR HH 139's. (motto: “A I Vag Me” - "I'm Going"). A solemn yet agile ceremony, imbued with great enthusiasm and emotion, marked the reactivation of the Gruppo, founded July 8, 1918 in Treviso and then continually operational on all fronts until the armistice of ’43; reactivated in 1957 with F 86K's in Pisa-San Giusto, it was based there until ’64 when it relocated to Rimini and lastly to Cervia-Pisignano in 1995, initially with the F 104S/ASA-M and then since 2004 and until its second deactivation in 2010 with the F-16 ADF leased for Program Peace Caesar.  
Before the new 15° Stormo Commander, Col. Diego Sismondini, all military and civil Stormo personnel witnessed the symbolic passing of the baton between Col. Mauro Gnutti, the Veltri's last Commander in 2010, and Lt.Col. Cristian Di Matteo, the new Gruppo Volo's Commander, as represented by the historic pennat with a Greyhound across a Sidewinder. The Commanders' speeches all recognised and praised the Group personnel's skills and professionalism, and expressed the hope that all personnel would continue striving for the traditionally high operational standards of the Unit.  
On this occasion the Group's motto very accurately described the enthusiasm caused by this historic Unit's reactivation after 8 years since last inactivated, now part of the AM' largest Unit, consisting of seven Groups spread over the whole Country.  
This same enthusiasm transpired visibly from the Officers' and NCO's smiling faces during the obligatory (formal and less-so) picture taking sessions after the ceremony, and from the camaraderie that informed the well appointed buffet set up inside an aircraft shelter. The following visit to the GEA (Gruppo Efficienza Aeromobili) hangar allowed al participants to get acquanited with the large HH 101A Caesars in various stages of maintenance work, in a rare all-access mode, and to satisfy (almost) all curiosity about the aircraft thanks to the Specialists' availability. 
The author would like to thanks the Col. Sismondini, the Lt.Col. Di Matteo, the Capt. Agostinelli , the Capt. Sorgente and the Lt. Brusasco. 
Text and images by Fabio Castelvetri 
Produced by Giorgio Ciarini 
October 2018