iper://Homepage.aeh|0
iper://Portfolio_military.aeh|0
iper://typhoon_homepage.aeh|0
iper://Vintage_reports.aeh|0
iper://Contributors.aeh|0
iper://Publishes_works.aeh|0
iper://Civil_portfolio.aeh|0
 
SATER 02 2019
L’esercitazione interforze SATER 02-19 si è svolta lo scorso 18 giugno presso il Comando Base Aeromobili del Corpo delle Capitanerie di Porto — Guardia Costiera di Sarzana (La Spezia), lo scopo dell’evento è stato quello di consolidare la capacità di pianificazione e conduzione di operazioni complesse di soccorso aereo, addestrando il personale dei reparti del soccorso aereo, dei centri di coordinamento e delle squadre di terra alla gestione di operazioni SAR (Search and Rescue) in ambiente montano, sia di giorno che di notte, favorendo la reciproca conoscenza e lo sviluppo di procedure comuni. 
Il CNSAS (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico) ha coordinato le squadre di terra, mentre il Comando Operazioni Aeree (COA) dell’Aeronautica Militare di Poggio Renatico (Ferrara) ha costituito una postazione di comando e controllo denominata Posto Base Avanzato che ha coordinato l’attività elicotteristica. 
L’esercitazione si è articolata in quattro diversi eventi diurni e notturni, che hanno simulato la ricerca di escursionisti dispersi e infortunati in montagna e in grotta da parte delle squadre di terra del CNSAS e del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (SAGF) supportate dagli equipaggi degli elicotteri di soccorso: 1 AW 139 della Guardia Costiera, 1 HH 139A dell’Aeronautica Militare, 1 AB 412HP e 1 NH 500MC della Guardia di Finanza. 
Le operazioni di soccorso sono state ambientate sulla vetta del Monte Aiona e presso la miniera di Gambatesa, all’interno del Parco Naturale Regionale dell’Aveto, e il Parco Naturale Regionale di Portofino. 
L’esercitazione ha confermato l’importanza della sinergia tra i partecipanti al fine ultimo della salvaguardia della vita umana ed ha visto la partecipazione di circa 150 operatori, appartenenti a: CNSAS, Aeronautica Militare, Guardia Costiera, Guardia di Finanza, 118 Liguria e Protezione Civile Liguria. 
Sono state effettuate circa 12 ore di volo complessive, per l’inserimento e l’estrazione di dieci squadre di ricerca.
SATER 02 2019 Aeronautica Militare photogallery
SATER 02 2019 Guardia Costiera photogallery
SATER 02 2019 Guardia di Finanza photogallery
SATER 02 2019 photogallery
L’autore desidera ringraziare il 15° Stormo dell’Aeronautica Militare ed in particolare 1° Lt Daniele Ruffilli ed il Comando Base Aeromobili del Corpo delle Capitanerie di Porto — Guardia Costiera di Sarzana (SP) ed in particolare il S.Ten V Gabriele Carella per l’ospitalità e la fattiva collaborazione. 
Foto e testo di Fabio Castelvetri 
Prodotto da Giorgio Ciarini 
Giugno 2019 
iper://Contributors.aeh|0
English translation 
The multi-service exercise SATER 02-19 took place June 18, 2019 on Comando Base Aeromobili del Corpo delle Capitanerie di Porto — Guardia Costiera, Italy’s Coast Guard Air Service Base located in Sarzana (SP). The objective was to foster the capability to plan and execute complex air rescue operations, and to improve the training of SAR, coordination centers’ and ground units’ personnel in managing day and night search-and-rescue operations in mountainous terrain, while developing procedures commonality. 
The National Alpine and Speleological Rescue Corps, or CNSAS (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico) coordinated ground unit operations, while the Italian Air Force’s Air Operation Command, or COA (Comando Operazioni Aeree) based in Poggio Renatico (FE) deployed a command-and-control unit dubbed Posto Base Avanzato (Forward Base Camp) to coordinate rotary-wing operations. 
The exercise featured four distinct day and night events, simulating the search for lost and injured mountain and cave tourists by CNSAS’ and Guardia di Finanza Alpine Rescue ground units, supported by the participating SAR helicopters: 1 Coast Guard AW 139CP, 1 Air Force HH 139A, 1 AB412 and 1 NH500 supplied by Guardia di Finanza (Customs and Frauds Police). The rescue operations were set into the Aveto and the Portofino Regional Natural Parks on the Monte Aiona’s peak and at the Gambatesa mine.  
The large exercise confirmed the key importance of establishing a good synergy among participants to effectively protect human life and saw participation by about 150 operators, belonging to: CNSAS, Air Force, Coast Guard, Guardia di Finanza, 118 Liguria and Protezione Civile Liguria. Aggregate flight time was about 12 hours, to insert and extract 10 SAR squads. 
This author would like to thank Aeronautica Militare 15° Stormo, specifically 1°Lt Daniele Ruffilli, and the Coast Guard’s Comando Base Aeromobili at Sarzana (SP), specifically S.Ten.V. Gabriele Carella for their kind hospitality and support. 
Images and text by Fabio Castelvetri 
Produced by Giorgio Ciarini 
June 2019