iper://Homepage.aeh|0
iper://Portfolio_military.aeh|0
iper://typhoon_homepage.aeh|0
iper://Vintage_reports.aeh|0
iper://Contributors.aeh|0
iper://Publishes_works.aeh|0
iper://Civil_portfolio.aeh|0
 
5° Gruppo Elicotteri
Venerdì 30 ottobre ha avuto luogo a Maristaeli Luni la cerimonia per la ricorrenza del quarantesimo anniversario della costituzione del 5° Gruppo Elicotteri, Reparto che con i suoi quarant’anni di storia, ha rappresentato un elemento di primaria importanza per la Marina Militare ed ha costituito per la popolazione e la comunità locale un riferimento degli ideali che animano gli uomini e gli obbiettivi della stessa. 
Dalla sua costituzione il Grupelicot 5° con i suoi uomini e mezzi, è sempre stato impegnato in ambito internazionale in tutti gli scenari operativi in cui la Marina Militare è intervenuta per portare la pace nel mondo; non è mai stata da meno anche in ambito nazionale ed internazionale in supporto alle popolazioni colpite da calamità naturali, esprimendo ogni volta un ruolo di primo piano grazie alle encomiabili capacità di reazione e all’abnegazione e dedizione dei suoi equipaggi di volo e non. 
Il Gruppo inoltre è ormai inserito a pieno titolo nel contesto sociale e territoriale dell’area geografica in cui risiede la Stazione Elicotteri, questa simbiosi si è potuta creare grazie alla peculiare attività di supporto alle locali popolazioni con operazioni di soccorso e protezione civile, ne sono la chiara testimonianza le 43 missioni di antincendio boschivo svolte nell’area ligure e toscana effettuate con successo nell’ appena conclusa stagione estiva. 
Con il ragguardevole traguardo di quasi 75.000 ore di volo, svolte nel corso di questi quarant’anni di storia sono valse al reparto numerosi riconoscimenti e sempre più sono tangibili i segni di sincero apprezzamento per l’efficacia dell’opera svolta e per l’instancabile impegno e generosità che da sempre caratterizzano il personale della Componente Aerea della Marina Militare e ne permettono l’operato in qualunque scenario. 
Con la partecipazione di Autorità Militari, Civili, Religiose, rappresentanti delle industrie di settore e di familiari del personale in servizio, la cerimonia è stata sicuramente un momento di raccolta di tutti gli invitati per augurare al Reparto ed al suo personale un felice anniversario e un buon lavoro per il futuro. 
La presenza del CINC, Ammiraglio di Squadra Luigi Binelli Mantelli, Comandante in Capo della Squadra Navale, e del Contrammiraglio Paolo Treu, Comandante delle Forze Aeree della Marina, sono la testimonianza dell’alto valore dell’evento; entrambi accompagnati dal Capitano di Vascello Renato Battelli, Comandante della Maristaeli, dopo aver passato in rassegna le forze schierate all’interno di uno degli Hangar della base hanno presenziato alla cerimonia.     
Click on the small images to enlarge 
quarantennale luni 1
quarantennale luni 2
quarantennale luni 3
quarantennale luni 4
quarantennale luni 5
quarantennale luni 6
quarantennale luni 25
quarantennale luni 26
quarantennale luni 27
quarantennale luni 7
quarantennale luni 8
quarantennale luni 9
quarantennale luni 10
quarantennale luni 11
quarantennale luni 12
quarantennale luni 13
quarantennale luni 14
quarantennale luni 15
quarantennale luni 16
quarantennale luni 17
quarantennale luni 18
quarantennale luni 19
quarantennale luni 20
quarantennale luni 21
quarantennale luni 22
quarantennale luni 23
quarantennale luni 24
Cerimonia che è iniziata con l’intervento del Capitano di Corvetta Giuseppe DeLuisa (Capo Ufficio Comando della Maristaeli Luni), che ha preso la parola leggendo il messaggio augurale inviato dal Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio di Squadra Paolo La Rosa, a tutto il personale del 5° Gruppo Elicotteri, evidenziando nella missiva il suo personale ringraziamento all’operato del Reparto.   
Mentre il discorso introduttivo è stato proposto dall’attuale Comandante del 5° Gruppo Elicotteri, il Capitano di Fregata Fabio Livraghi, il quale ha voluto ripercorrere la storia sin dalla nascita del Reparto, evidenziando come sia stata significativa e intensa, ricca di eventi e ricordi, contraddistinta dalla grande professionalità e dalla dedizione degli uomini che ne hanno fatto e ne faranno parte e grazie alle quali il Gruppo ha raggiunto gli attuali livelli di preparazione e qualità. Continuando nel suo intervento Livraghi ha posto l’accento su come abbia trovato al momento del suo insediamento nell’ottobre del 2008, una macchina (il 5° Gruppo Elicotteri) perfettamente funzionante, efficace ed efficiente, svolgendo con perizia i compiti istituzionali assegnatigli, compiti non sempre facili, in particolare quando si tratta di operazioni fuori area come in Afghanistan e in Somalia, solo per citarne alcune, e che impegnano il personale in lunghi periodi lontani dalla famiglia e dalla propria terra. 
Successivamente al Capitano di Fregata Livraghi è intervenuto il COMFORAER Contrammiraglio Paolo Treu, il quale prendendo la parola ha voluto esprimere la forte emozione che lo coinvolge in prima persona, in quanto è proprio presso il Grupelicot 5° che ha iniziato l’iter addestrativo per diventare pilota navale. 
Nel proseguo del discorso il Comandante ha espresso profondo rispetto per la Bandiera di Combattimento del Reparto, emblema del vostro valore, della vostra identità e della vostra unione, ma anche simbolo del sacrificio estremo dei vostri caduti, ferite sempre aperte nei nostri cuori. Un caloroso saluto è stato rivolto anche a tutti i partecipanti presenti che hanno voluto condividere questo evento, rendendolo più ricco e più significativo, dalle autorità civili a quelle religiose e senza tralasciare quelle militari. Mentre un affettuoso ringraziamento è stato rivolto a tutto il personale non più in servizio e che hanno portato sempre con onore l’aquila sul petto. Nel ricordare che i quarant’anni del Reparto ricorrono insieme al centenario dei primi voli, per mano del STV Mario Calderara, Ufficiale di Marina brevetto di pilotaggio numero uno, colgo l’occasione per sottolineare la solidità storica della nostra identità di marinai del cielo, che ci ha permesso di operare con efficacia e sicurezza nel complesso contesto marittimo sin dalla nascita della componente aerea della Marina, e che ci permetterà di affrontare le nuove sfide con lo stessa forza nei contesti nazionali e internazionali, tramite anche l’acquisizione di nuovi mezzi e tecnologie. 
La chiusura dei discorsi di rito è spettato al CINC Luigi Binelli Mantelli rimarcando quale sia lo stretto legame tra la Componente Area e la Squadra Navale, legame che si è consolidato sempre più, partendo dai primi voli svolti ormai cento anni fa sino ai giorni nostri, e che deve ancora crescere per il futuro prossimo. Il merito và sicuramente riconosciuto a chi ha operato con intelligenza e professionalità, e soprattutto non dimentichiamoci di chi ha dato la vita per rendere tutto questo possibile. Nella continuazione del discorso l’Ammiraglio di Squadra ha voluto sottolineare che la nostra storia continua e continuerà sicuramente ad illuminare il futuro, perché l’aviazione della Marina è uno straordinario moltiplicatore di capacità per la Flotta, agile e flessibile, che ha confermato la sua grande efficacia in tutte le più recenti operazioni in corso, portando come esempio proprio le attività del 5° Gruppo Elicotteri, senza tralasciarne nessuna componente, di efficienza e capacità operativa al servizio del paese.
La cerimonia è stata anche l’occasione per consegnare ad alcuni militari del 5° Gruppo Elicotteri delle onorificenze (Croce Commemorative) per il servizio prestato durante le recenti missioni di pace ISAF in Afghanistan e UNIFIL in Libano, medaglie conferite dalla più alta carica militare presente. All’uscita dell’Hangar gli invitati e le alte cariche militari hanno potuto assistere ad un sorvolo di tre AB 212ASW/ASuW, dove spiccava “appennellata” (termine marinaresco) alla fusoliera del velivolo capo formazione la Bandiera Italiana della Marina Militare. 
La giornata si è conclusa con una festosa “invasione” dei famigliari del personale della Base che hanno potuto visionare tutti i modelli di aerei/elicotteri in servizio presso la Componente Aerea della Marina, quali: AB 212ASW/ASuW, EH 101ASH e HEW, un SH 3D NLA e un TAV 8B arrivati da Grottaglie, mentre per il programma in fase di acquisizione NH 90, AgustaWestland non avendo a disposizione il modello con i colori della Marina perché impegnato in test valutativi, ha portato a Luni un esemplare da trasporto NH 90TTH con i colori dell’Esercito Italiano, ed un esemplare configurato in antisommergibile/antinave NH 90ASW con i colori della Reale Marina Olandese, versione simile a quella che entrerà in servizio a breve proprio a Luni. Inoltre non poteva mancare un rappresentante della Guardia Costiera con un AB 412CP della locale Stazione Elicotteri di Luni-Sarzana. Nell’Hangar a disposizione del 5° Gruppo Elicotteri è stata inoltre allestita un’esposizione di attrezzature in dotazione al reparto nonché gli elicotteri AB 47J, AB 204AS e SH 34G/J preservati presso la Maristaeli e che hanno fatto la storia del Reparto, inoltre era presente un’area dedicata al Soccorso Nazionale Alpino e Speleologico che opera a stretto contatto con i Reparti da Soccorso di tutte le Forze Armate Italiane. L’evento cerimoniale si è concluso il giorno dopo, sabato 31 ottobre, con l’apertura della Base al pubblico, il quale come preventivato non ha fatto mancare la sua partecipazione
L'autore desidera ringraziare il CV Battelli, CF Bindi, CF Livraghi, CC De Luisa e il CC Torretta 
Foto e testo di Giorgio Ciarini 
Ottobre 2009 
iper://Portfolio_military.aeh|0
English translation 
Work in progress