iper://Homepage.aeh|0
iper://Portfolio_military.aeh|0
iper://typhoon_homepage.aeh|0
iper://Vintage_reports.aeh|0
iper://Contributors.aeh|0
iper://Publishes_works.aeh|0
iper://Civil_portfolio.aeh|0
 
Nato Tiger Meet Orland 2012
La crisi economica che sta martoriando i paesi europei colpisce anche le esercitazioni militari, infatti forse per la prima volta nell’arco di 50 anni, un paese ospitante l’annuale NATO Tiger Meet (NTM’12) rinuncia per motivi di budget di spesa, la Forza Aerea portoghese e nello specifico il 301° Squadron che doveva ospitare sulla Base Aerea di Monte Real il 51° NTM, nell’autunno scorso ha “passato la mano” al 338° Sqn. della Forza Aerea norvegese con base alla Main Airbase Station di Orland situata sull’estremità del Trondehimsfjorden, sicuramente la base più vicina al circolo polare tra tutte quelle dei reparti partecipanti al Tiger Meet. 
Purtroppo i tagli alle spese dei singoli paesi ha portato alla mancata partecipazione all’esercitazione delle Forze Aeree di : Ungheria, Slovacchia e Portogallo; mentre per quello che riguarda l’edizione 2013 prevista in Grecia, ospite del 335 Mira, verrà di nuovo organizzata dal 338° Sqn. sempre sulla MAS di Orland. 
Esaurito questo doveroso preambolo veniamo alla parte “tecnica”, dal 29 Maggio al 8 Giugno si è svolta l’esercitazione che ha visto tra i suoi partecipanti i seguenti gruppi di volo: 
- 330 Escadre Rafale B/C Francia 
- JG 51 Tornado IDS Germania 
- 321 Sqn Tornado ECR Germania 
- 1 Sqn E 3B NATO 
- 31 Sqn F 16AM/BM Belgio 
- 211 Sqn JAS 39C/D Repubblica Ceca 
- 313 Sqn F 16AM/BM Olanda 
- 11 Staffel F 18C/D Svizzera 
- 192 Filo F 16C/D Turchia 
- 338 Esk F 16AM/BM Norvegia 
- 230Sq Puma HC.1  Regno Unito 
- 121th ARW KC 135R Stati Uniti 
- 21° Grp Osservatori Italia 
- 335 Sqn Osservatori Grecia 
- 221Sqn Osservatori Repubblica Ceca 
- 7^ Esc Osservatori Francia 
- 6°Sqn Osservatori Polonia   
La procedura dell’esercitazione è quella consolidata negli anni: arrivo dei partecipanti, voli di ambientamento, voli operativi in formazioni composite (COMAO), e naturalmente tutta la parte ludica con il classico spirito “TIGER”; giornalmente vengono effettuate due missioni che coinvolgono i circa 40 velivoli partecipanti, l’ausilio del rifornimento in volo viene garantito dai KC 135R del 121st ARW, la sorveglianza e coordinamento radar dagli E 3A del 1° Sqn. mentre gli unici elicotteri partecipanti quest’anno hanno garantito anche la copertura SAR (Puma 230° Sqn.). 
Al termine dell’evento vengono assegnati, tramite voto espresso da tutti i partecipanti (ma con il veto di supportare il proprio reparto) i seguenti trofei: 
- Silver Tiger Trophy, viene premiato quello Sqn. che mantiene il più alto standard di professionalità nelle competizioni formali ed informali che incarna al meglio lo spirito del Tiger Meet: è stato vinto dal 31° Sqn. della forza aerea del Belgio, tra i quali membri figura un “senior crew-chief” con all’attivo ben 26 presenze ai precedenti meeting, in seconda posizione la Flugwaffe con l’11 Staffel.  
- miglior reparto di volo, viene valutata la performance per quanto riguarda il planning, il briefing, l’esecuzione ed il debriefing: è stato vinto dal 11 Staffel della Schweizer Luftwaffe, al secondo posto di nuovo il 31° Sqn. belga; 
- vincitore dei Tiger Games:  1° Sqn della NATO; 
- miglior uniforme: JG 51 della Luftwaffe; 
- miglior livrea di velivolo: JG51 della Luftwaffe; 
- miglior parodia : 230sq della Royal Air Force; 
Due eventi a corollario di queste operazioni sono stati: 
- 1 Giugno lo spotterday organizzato in maniera impeccabile garantendo la possibilità ai circa 350 partecipanti di posizionarsi nei punti ottimali per riprendere lungo la pista le fasi di decollo delle due “ondate” (una mattutina, l’altra pomeridiana), nonché gli atterraggi ed i rullaggi al termine delle missioni da posizioni veramente privilegiate come si può molto meglio evincere dalle immagini a corredo di questo testo. 
- 2 Giugno il NATO Tiger Meet Air Show che ha avuto l’onere di celebrare i 100 anni del primo volo in Norvegia dando inoltre modo, a tutti gli equipaggi partecipanti, di imprimere a questa celebrazione una connotazione molto “tigrata”.
Foto e testo di Lucio Polo 
Prodotto da Giorgio e Aldo Ciarini 
Giugno 2012 
iper://Contributors.aeh|0