iper://Homepage.aeh|0
iper://Portfolio_military.aeh|0
iper://typhoon_homepage.aeh|0
iper://Vintage_reports.aeh|0
iper://Contributors.aeh|0
iper://Publishes_works.aeh|0
iper://Civil_portfolio.aeh|0
 
Panavia
Il Consorzio Panavia festeggia i 40 anni di attività, fu proprio nel 1969 che venne creato, il motivo della sua costituzione era la necessità di alcune nazioni di sostituire intere generazioni di velivoli, delle sette nazioni iniziali interessate al progetto solo tre rimasero in campo creando così il consorzio tri-nazionale formato da Germania, Italia e Gran Bretagna, il consorzio prese il nome Panavia Aircraft GMBH e come sede venne destinata la città bavarese di Monaco nel sud della Germania. Il progetto per un velivolo multiruolo venne classificato come MRCA (Multi Role Combat Aircraft) per poi diventare un eccellente velivolo unico nel suo genere e conosciuto in tutto il mondo come Tornado. Il primo prototipo costruito dalla tedesca MBB volò nel 1974 mentre il secondo di costruzione inglese assemblato dalla British Aircraft Corporation pochi mesi dopo nello stesso anno, mentre il primo esemplare italiano costruito dalla Alenia prese il volo nel settembre del 1975. La produzione inizialmente prevista era di 809 esemplari, di cui 671 standard e 138 a doppi comandi per l'addestramento, destinati in 385 unità alla Royal Air Force, 212 alla Luftwaffe, 112 alla Marineflieger (l'aviazione di marina tedesca) e 100 alla nostra Aeronautica Militare. Il primo esemplare di serie volò nel 1979 e l'aereo entrò in servizio nel corso degli anni ottanta, successivamente sono stati forniti 84 velivoli alla Royal Saudi Air Force. Oltre alla versione IDS (Interdiction Defence Strike) sono stati convertiti alcuni esemplari da IDS a ECR (Electronic Combat Reconnaissance) per la Luftwaffe e per l’AM, un’altra versione denominata ADV (Air Defence Variant) costruita appositamente per la Gran Bretagna, che ha anche prestato servizio nella nostra Aeronautica Militare con 24 velivoli presi in leasing dalla RAF, in totale sono stati prodotti per la Royal Air Force 152 velivoli più 24 per l’Arabia Saudita.  
Le celebrazioni del quarantennale hanno avuto luogo il 15 e 16 settembre in Germania, presso la sede del consorzio Panavia Aircraft GMBH, per ricordare l’evento il consorzio a fornito a tutti i reparti che hanno in dotazione il velivolo degli adesivi commemorativi da applicare sulla deriva, per l’Italia sono stati applicati su di un velivolo Tornado ECR del 50° Stormo di Piacenza e su di un Tornado IDS-IT del 6° Stormo di Ghedi.
Foto e testo di Giorgio Ciarini 
Settembre 2009 e aprile 2010 
iper://Portfolio_military.aeh|0
English translation by Frank McMeiken 
The Panavia Consortium was created in 1969, its constitution driven by the requirement of several nations to replace entire generations of aircraft. Of the seven countries involved in the initial stages of the project, only three would remain when it came to fruition in the establishment of a tri-national consortium formed by manufacturers from Germany, Italy, and Great Britain. The consortium selected the name of Panavia Aircraft GMBH, and established its company headquarters in the Bavarian city of Munich, in southern Germany. The project to design a multi-role aircraft was classified as the MRCA (Multi Role Combat Aircraft), which would later become an excellent aircraft, unique in its genre, and known throughout the world as the Tornado.  
The first prototype, constructed by MBB in Germany, flew in 1974, while the second, assembled in Great Britain by the British Aircraft Corporation flew a few months later in the same year, while the fitst Italian example from the Alenia production line flew in September 1975. The production run was initially planned to number 809 aircraft, of which 671 would be standard and 138 in dual control configuration for training, to be divided into 385 units for the Royal Air Force, 212 for the Luftwaffe, 112 for the Marineflieger (the German naval air arm) and 100 for the Italian Aeronautica Militare. The first series example flew in 1979, and the aircraft entered service during the eighties, with another 84 aircraft being subsequently supplied to the Royal Saudi Air Force.  
Besides the IDS version (Interdiction Defence Strike), a few examples have been converted from IDS to ECR (Electronic Combat Reconnaissance) for the Luftwaffe and the AM, while another variant designated ADV (Air Defence Variant), designed specifically for Great Britain, also saw service with the Aeronautica Militare, with 24 aircraft being temporarily leased from the RAF,. In total, 152 ADV variants were produced for the Royal Air Force 152, and another 24 for Saudi Arabia.  
The fortieth anniversary celebrations took place in Germany on 15 and 16 September at the home of the Panavia Aircraft GMBH consortium. To record the achievement, the manufacturer provided all the units still operating the aircraft with commemorative devals to apply to the fin. In Italy, these were attached to a Tornado ECR of the 50° Stormo at Piacenza and a Tornado IDS-IT of the 6° Stormo at Ghedi.
Images and text by Giorgio Ciarini 
September 2009 and aprie 2010