iper://Homepage.aeh|0
iper://Portfolio_military.aeh|0
iper://typhoon_homepage.aeh|0
iper://Vintage_reports.aeh|0
iper://Contributors.aeh|0
iper://Publishes_works.aeh|0
iper://Civil_portfolio.aeh|0
 
Ukrainian Air Force Air Base n°7 Ukrainian Air Force Air Base n°2 Ukrainian Air Force Air Base n°3 Ukrainian Air Force Air Base n°6 Ukrainian Air Force Air Base n°5 Ukrainian Air Force Air Base n°1 Ukrainian Air Force Air Base n°4 Ukrainian Navy Air Base n° 8 Ukraine Air Force and Navy
L'Aviazione Militare della Repubblica di Ucraina (Povitryani Syly Ukrayiny) è entrata nella terza decade della sua vita dopo l'indipendenza della Repubblica della ex Unione Sovietica il 24 agosto 1991. Considerando che al momento dell’indipendenza erano presenti nelle basi aerea della allora detta “Russia Minore”più di 3.000 velivoli data l'importanza strategica di Kiev per il Patto di Varsavia, non si può fare a meno di notare nell'ordine di battaglia attuale, il calo drastico del numero di velivoli e dei tipi in servizio. E questo dato è ancora più evidente oggi,alla luce delle restrizioni di budget che hanno colpito quasi tutte le forze aeree. Rimane comunque sempre attuale il compito principale della forze aerea, quello di difendere lo spazio aereo di una nazione di oltre 600.000 kmq, peraltro espletato brillantemente durante i campionati europei di calcio del 2012, durante i quali era ipotizzabile una maggiore minaccia terroristica sui cieli delle principali città ucraine. 
Quest'anno il Comando della Aviazione di Vinnytsya ci ha di nuovo autorizzati a visitare le sue basi aeree, come era già avvenuto nel 2008 e nel 2009. L'organizzazione è stata come sempre impeccabile, ed ha seguito sempre lo stesso rigoroso schema. Con un accompagnatore ed un interprete abbiamo visitato il museo della base, il monumento ai caduti, l'area tecnica, l'ufficio del comandante ed infine la linea di volo per assistere all’attività prevista. A pranzo siamo sempre stati ospiti della mensa ufficiali della base. 
Le seguenti basi danno un'immagine del 90 per cento dell'ordine di battaglia e noi le descriveremo singolarmente con le immagini che siamo stati in grado di raccogliere secondo l'attività dei gruppi di volo presenti e grazie alla collaborazione del personale di volo e tecnico che vogliamo ringraziare.
Gli autori desiderano ringraziare gli Addetti Militari presso l'Ambasciata della Repubblica di Ucraina a Roma 
Foto e testo di Elio Viroli e Stenio Bacciocchi 
Prodotto da Giorgio Ciarini 
Maggio 2007, Settembre e Ottobre 2008, Aprile e Maggio 2013 
iper://Contributors.aeh|0